Suor Hilda e suor Paola
Suor Hilda e suor Paola

La 25esima Giornata per la vita consacrata, in programma il 2 febbraio, in diocesi sarà celebrata sabato 6 febbraio alle 11, con la Santa Messa nella basilica di San Francesco presieduta dall’arcivescovo monsignor Lorenzo Ghizzoni. Sarà l’occasione per ringraziare le diciassette comunità religiose femminili e le 5 maschili che prestano servizio nella chiesa ravennate. E per celebrare particolari anniversari di prima professione religiosa. Tra questi i venticinquesimi di prima professione nelle carmelitane, di suor Paola Teresa della Trasfigurazione e suor Hilda Maria di San Giuseppe.

 “La gioia più grande sperimentata in questi 25 anni? Vedere e celebrare la fedeltà di Dio nella mia vita”. E’ in questa affermazione, espressa in modo simile da entrambe, il “segreto” della consacrazione al Signore di suor Paola Teresa della Trasfigurazione e suor Hilda Maria di San Giuseppe. Fanno parte delle dieci religiose presenti nel convento di via Guaccimanni. Suor Paola, ravennate, è stata a lungo negli scout.
“Ero nella comunità capi e mi domandavo: quale è il progetto di Dio su di me? Sono stata aiutata da diversi sacerdoti e laici e, a una tre giorni spirituale, ho scoperto la mia vocazione contemplativa. Sono entrata nelle carmelitane nel settembre del 1993 e ho emesso i primi voti il 2 febbraio del 1996”.  Da quel giorno sono trascorsi venticinque anni vissuti in preghiera, in servizio, attuando gesti di carità e vicinanza. Un quarto di secolo in cui la religiosa ha avuto sempre una certezza, come lei stessa afferma: “Dio c’è sempre, c’è stato anche quando in comunità ci siamo ammalate di Covid e una nostra consorella è morta, la sua grazia ci accompagna e ci sostiene”.

Lo conferma suor Hilda, di origine domenicana, che nel marzo 1994 è entrata nel monastero di La Vega, fondato dalle monache carmelitane ravennati e alla cui guida c’è suor Cecilia Morini.
“Fin da piccola – afferma la religiosa – sentivo il desiderio di consacrarmi a Dio. Così sono entrata in convento e il 12 ottobre 1996 ho emesso i primi voti. Dopo nove anni di formazione e di servizio a La Vega, sono venuta a Ravenna ed ora il mio trasferimento è definitivo”. I due fratelli e le sette sorelle di suor Hilda sono tutti sposati.
Paragono la mia relazione con Dio a quella fra due sposi – afferma suor Hilda – un rapporto di amore che si intensifica e diventa sempre più forte nel tempo”.