I protagonisti dello spettacolo
I protagonisti dello spettacolo

Nella chiesa di San Pier Damiano sabato 20 febbraio si è tenuta una particolare veglia organizzata dai giovani della comunità per onorare la figura del santo, in occasione della festa patronale. La veglia è stata condivisa anche dai ragazzi della vicina parrocchia dei Santi Simone e Giuda. Nell’anno in cui Ravenna celebra i settecento anni dalla morte di Dante, questi ragazzi, assurgendo a quel sentimento di umiltà che il santo proclama dal cielo di Saturno nel canto ventunesimo del Paradiso, hanno messo in scena l’incontro di San Pier Damiano con il poeta.

Nello spettacolo, sullo sfondo di una scala d’oro un’anima si avvicina- E’ il santo a cui la chiesa è dedicata. San Pier Damiano, dedito a una vita contemplativa, dopo un periodo trascorso a Ravenna, fu “strappato” ad essa per essere fatto cardinale a pochi anni dalla morte. L’insegnamento di quest’anima luminosa è che occorrono umiltà ed obbedienza per godere della grazia di Dio.

Vedere dei giovani d’oggi rifarsi ai versi di Dante e prepararsi a questo momento di incontro e omaggio riempie il cuore ed è un monito per scuotere le coscienze. Nella sua semplicità la rappresentazione, curata dall’attore Derek Boschi e dagli educatori Riccardo, Alessio, Silvia, Mirko e Cecilia, è stata una piccola perla all’interno delle celebrazioni dantesche. La testimonianza a cui Dante ha fatto onore ha permesso di fare entrare la luce nelle nostre coscienze e di avvicinarci di più a Dio attraverso questo santo, emblema di purezza e umiltà.

Rossella Bassi