Il Planetario di Ravenna
Il Planetario di Ravenna

Dopo il periodo di chiusura legato all’emergenza sanitaria il polo scientifico del Comune di Ravenna è pronto a ripartire con una serie di proposte a cura del Museo NatuRa e del Planetario, che riprendono alcune attività importanti per la diffusione della cultura scientifica e ambientale e la didattica rivolta ai più giovani. A Sant’Alberto il Museo NatuRa può riaprire le sue porte al pubblico e offrire una ricca programmazione di escursioni e visite guidate alla scoperta del territorio e all’aria aperta, in completa sicurezza. Sarà l’occasione per esplorare il museo naturalistico e ammirare l’antica hostaria estense cinquecentesca in cui ha sede la ricca collezione ornitologica.

Sarà inoltre possibile immergersi nella natura attraverso le escursioni outdoor, sono previste anche escursioni nelle zone naturalistiche e saranno organizzati laboratori didattici gratuiti per bambini, in programma il venerdì pomeriggio. Il museo sarà aperto nei giorni feriali: dal lunedì al giovedì dalle 9.30 alle 13, il venerdì dalle 9.30 alle 13 e dalle 14 alle 18. Per informazioni è possibile consultare il sito: www.atlantide.ne/natura o scrivere a natura@atlantide.net.

Anche il Planetario di Ravenna è pronto a riaprire al pubblico. Sono state inoltre rafforzate le collaborazioni con il Museo NatuRa e avviate quelle con l’associazione astronomica del Rubicone e con altri planetari. Da febbraio saranno proposte attività in presenza, nel pieno rispetto di tutte le precauzioni sanitarie, e altre in modalità web. Si parte con lo spettacolo sotto la cupola del Planetario “Alla scoperta delle costellazioni”, con Marco Garoni, adatto a bambini a partire da 6 anni, in programma lunedì 8 e giovedì 11 febbraio, sempre alle 18.

Martedì 9 febbraio alle 21 sarà la volta della conferenza web, realizzata in collaborazione con A.A.R., intitolata “Dalle diverse foci del sole alle gloriose stelle”, versi cosmologici del divino poema, con Oriano Spazzoli. “In viaggio lungo la via Lattea” è il titolo dello spettacolo sotto la cupola del Planetario, adatto a bambini a partire da 6 anni, con Oriano Spazzoli, in programma lunedì 15 e giovedì 25 febbraio, sempre alle 18.

Si proseguirà giovedì 18 e venerdì 19 febbraio, alle 17, con “Sorella Luna”, un’osservazione della luna al telescopio e con webcam dai giardini del Planetario.  Lunedì 22 febbraio alle 18 l’appuntamento è con “In gita sulla Luna”, una conferenza web adatta a bambini a partire dai 6 anni, con Marco Garoni. Infine venerdì 26 febbraio alle 21 si svolgerà “Il giro della Luna in 80 mappe”, una conferenza web con Alfonso Beccaria, medico ematologo Ail Ravenna e Fabio Balestra di A.A.R.

I link per assistere alle conferenze on line, gratuite, saranno pubblicati sui social; le conferenze web saranno trasmesse in diretta sul canale YouTube “Planetario di Ravenna – Arar”; inoltre saranno registrate e disponibili dopo un paio di giorni. Per le attività “in presenza” i posti sono limitati e la prenotazione è sempre obbligatoria; il biglietto di ingresso è di cinque euro intero, 2 euro ridotto e 1 euro per i soci. Tutte le attività sono organizzate e svolte dall’Associazione ravennate astrofili rheyta (Arara), che gestisce il Planetario in convenzione con l’assessorato alla Cultura.

Per informazioni e prenotazioni è possibile telefonare al numero 0544 62534 dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 12.30 oppure scrivere una email all’indirizzo info@arar.it o consultare gli indirizzi www.arar.it. www.planetarioravenna.it