Un'azione di Vis Pesaro-Ravenna
Un'azione di Vis Pesaro-Ravenna

Ravenna arriva a Pesaro con la maledizione degli zero punti conquistati lontano dal Benelli, e curiosamente proprio ad un altro Benelli, Tonino Benelli in questo caso, arriva il primo meritato punto di questo campionato in trasferta. Un pareggio a reti inviolate per la terza volta consecutiva con la Vis Pesaro fuori casa. Partita equilibrata quella con la Vis con le squadre che si dividono un tempo a testa e una occasione a testa.

L’allenatore Colucci presenta subito Boccaccini e Codromaz come centrali difensivi e ripropone Sereni in appoggio di Mokulu, Rocchi preferito a Fiorani va a completare la mediana con Esposito e Papa. Il Ravenna nel primo tempo tiene il pallino del gioco, ma la difesa dei padroni di casa è attenta e concede pochi spazi. All’11’ ci prova Esposito da fuori ma non inquadra lo specchio. Al 28’ prova a rispondere la Vis Pesaro con Giraudo che si avventa sulla respinta di un calcio di punizione e calcia sfiorando la traversa. Tomei, ex della gara, era sulla traiettoria. Giallorossi che continuano con il giro palla per cercare spazi e padroni di casa che in ripartenza costruiscono un’occasione con Gucci, ma chiude con sicurezza Boccaccini sul finire della prima frazione.

Il Ravenna prova a ripartire nel secondo tempo di nuovo a mantenendo il pallino del gioco, ma il pressing della Vis si fa più asfissiante. Proprio su una palla persa l’occasione più nitida per i biancorossi al minuto 9’. Vola Marchi in contropiede e serve Gucci che tutto solo sul secondo palo calcia alto. Risponde tre minuti più tardi il Ravenna con il neo entrato Martignago, che con l’aiuto di Fiorani ruba palla e si presenta per calciare dal limite dell’area, ma la conclusione è fuori dallo specchio. Le parti si invertono e adesso è la Vis che sembra avere qualcosa in più, ma la retroguardia giallorossa si compatta e lascia solo un’occasione su un colpo di testa di Marchi al 34’ su corner, anche in questo caso la palla esce sopra la traversa.

Brivido finale in area biancorossa quando sulla punizione calciata da Benedetti arriva Cesaretti che appoggia a centro area per Mokulu la cui girata sorvola la porta. Un pareggio che non da spallata alla classifica, ma che regala buone indicazioni ai giallorossi. Positiva la prova dei nuovi arrivati, partita attenta in difesa e finalmente una gara senza subire gol. Domenica 14 febbraio al Benelli, questa volta di Ravenna, la truppa di Colucci è chiamata a un altro esame contro una big come il Modena, ma da qui alla fine la strada della salvezza è fatta solo di battaglie da affrontare al 110%.