Suor Antonietta Zanella e suor Lorenza Capatti
Suor Antonietta Zanella e suor Lorenza Capatti

Tra i particolari anniversari di prima professione che saranno ricordati sabato 6 febbraio, durante la Messa delle 11 nella basilica di San Francesco presieduta dall’arcivescovo monsignor Lorenzo Ghizzoni, in occasione della Giornata della vita consacrata, vi è un doppio sessantesimo: quello di suor Lorenza Capatti  e  suor Antonietta Zanella. Appartengono alle Vergini di San Giuseppe “Tavelli”, sono tra le 16 religiose che, nell’Istituto comprensivo paritario di via Mazzini, si prendono cura di circa 400 bambini (appartenenti a scuola materna, elementare e media).

Hanno emesso la prima professione nella congregazione il 14 settembre 1961 ed entrambe sentivano, già da giovani, una chiamata al servizio educativo.
L’altra chiamata era quella di Dio – aggiunge suor Zanella –, 83 anni, originaria di Vittorio Veneto (Tv) – che mi ha fatto conoscere e abbracciare la vita religiosa. Mi ha fatto fare tante esperienze educative in diverse scuole. La grande fraternità che viviamo tra noi è il nostro principale sostegno, oltre alla preghiera”.

Suor Lorenza Capatti, 80 anni e originaria di Coccanile, vede, nel suo cammino di vita, la continua presenza di Dio.
“Mi ha indicato la strada sempre, anche quando ero ancora nel dubbio – afferma la religiosa –: il mio direttore spirituale mi fece fare esperienza qui alle Tavelli. Io decisi subito di entrare nella congregazione”.
Da molti anni suor Capatti è la superiora della comunità.
“Ci occupiamo della formazione religiosa – conclude – ma annunciamo il Vangelo anche ai genitori. Ci sono tante famiglie in crisi e noi religiose siamo di aiuto a ragazzi, padri e madri che vivono situazioni di sofferenza”.