vaccini

Vede una nuova accelerazione in Emilia-Romagna la campagna vaccinale contro il Covid-19, dopo i rallentamenti dovuti alla decisione unilaterale di Pfizer-Biontech di ridurre le forniture: questa settimana in tutto il territorio regionale sono attese in totale 55.210 dosi di vaccino, di cui 50.310 fornite da Pfizer-Biontech e 4.900 da Moderna.

Le nuovi dosi saranno dedicate prioritariamente al richiamo del vaccino, la seconda somministrazione che permette di raggiungere l’immunizzazione, e saranno riservate alla popolazione target di questa prima fase della campagna vaccinale, cioè persone che operino a qualunque titolo in ospedale, in un’ottica di ospedali Covid-free; agli operatori sanitari e sociosanitari che operino nelle strutture pubbliche e private accreditate; agli ospiti e personale delle strutture residenziali per anziani. Concluso il richiamo, le varie Aziende sanitarie potranno riprendere la programmazione delle prenotazioni per la prima somministrazione.

Per quanto riguarda la distribuzione per Azienda sanitaria, che non tiene conto della popolazione assoluta del territorio di riferimento ma di quella a cui è destinato il vaccino, all’Asl della Romagna saranno destinate in totale 11.530 dosi (di cui 10.530 Pfizer e 1000 Moderna). In tutto il mese di febbraio, il piano di distribuzione dei vaccini prevede in totale 233.920 dosi: 51.400 consegnate da Moderna e 182.520 da Pfizer-Biontech.

Alle 17 di oggi, intanto, sono state somministrate 204.941 dosi di vaccino, di cui 7.744 oggi. Complessivamente, le persone vaccinate, cioè coloro che hanno ricevuto anche il richiamo, sono 73.772.