Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Da lunedì prossimo, 15 marzo, partono le prenotazioni in Emilia-Romagna per la vaccinazione degli over 75 anni: circa 210.000 persone in tutta la regione. “Speriamo che ci sia una prenotazione significativa come è successo per gli over 80, che in un giorno solo si sono prenotati per due terzi”, auspica l’assessore regionale alla Sanità Raffaele Donini, che confida non si ripetano le difficoltà riscontrate nei primi clic-day. Nei prossimi giorni, annuncia ancora l’assessore, “prenderemo a carico tutti coloro che sono più esposti in caso di infezione da Covid, li contatteremo noi”.

Si tratta di 188.000 persone con patologie gravi più altro mezzo milione di cittadini affetti da malattie meno gravi ma comunque a rischio se dovessero infettarsi. Donini ne ha parlato tenendo una informativa in Assemblea legislativa sulla pandemia. Per quanto riguarda le vaccinazioni, à ormai vicina (495.619 dosi) la soglia del mezzo milione di somministrazioni, per circa 157.000 persone che hanno fatto il ciclo completo di immunizzazione. Soprattutto ci sono 161.962 vaccinati tra over 80 e degenti delle Cra, il 44% del target complessivo. Un “dato molto significativo, assieme al Lazio siamo quelli con più vaccinati tra i più fragili”, sottolinea Donini. In arrivo a marzo ci sono altre 620.000 dosi di vaccini.

I medici di medicina generale finiranno questa settimana le 50.000 dosi consegnate per il personale scolastico, ma abbiamo intenzione di coinvolgerli ancora”, dice ancora l’assessore. “Abbiamo sentito tutti le parole di Speranza su una grande potenzialità di vaccini nel secondo trimestre dell’anno. Ce lo auguriamo tutti. Siamo pronti per attrezzare punti di vaccinazione sempre più periferici, implementare il rapporto coi medici di base e scorrere velocemente le diverse categorie, a partire dalle più fragili”.