Lo staff della cooperativa Service & Work:da sinistra Celeste Pirazzini, Matilde Pirazzini e il presidente Marian Manea

Una piattaforma specializzata che permette alle persone sorde di effettuare telefonate in autonomia, con interpreti di Lingua dei Segni Italiana (Lis) collegati da remoto. Così funziona Tellis, il nuovo servizio ideato dalla cooperativa Service & Work di Ravenna e dedicato alla popolazione con deficit uditivi.

Ecco come funziona nel dettaglio il nuovo progetto: “La persona sorda che deve effettuare una chiamata dovrà aver scaricato sul proprio smartphone, tablet o computer l’App Tellis(disponibile gratuitamente su AppStore e Google Play) – spiega Marian Manea, sordo, presidente della Cooperativa Service & Work. L’utente del servizio dovrà quindi semplicemente digitare il numero di telefono che intende contattare oppure chiamare direttamente dalla rubrica interna all’app TELLIS: in automatico la telefonata verrà presa in carico da un video-interprete che tradurrà dalla LIS all’italiano per le persone udenti, dall’italiano alla LIS per le persone sorde segnanti, oppure tramite labiolettura per i sordi oralisti. Un servizio che permetterà quindi ai sordi di essere autonomi nella gestione delle proprie telefonate, un’operazione che fino ad ora non era possibile qui in Italia”.

Gli utenti di Tellis possono usufruire di un video-interprete su appuntamento oppure senza appuntamento negli orari di apertura del servizio: telefonando, come detto, o recandosi di persona presso sportelli di enti pubblici e privati.

Il servizio è stato realizzato con il supporto Confcooperative Romagna e il Consiglio Regionale Ens (Ente Nazionale Sordi) Emilia-Romagna. 

Per maggiori informazioni www.servizio-tellis.com – www.serviceandwork.com