La foto di Carlo Mascellani prima classificata al contest #discoverdarsena del progetto DARE
La foto di Carlo Mascellani prima classificata al contest #discoverdarsena del progetto DARE

Inizieranno venerdì 9 aprile, per proseguire sino al 15 maggio, gli appuntamenti online di “Tra dire e fare c’è di mezzo DARE”, organizzato dal progetto DARE, che ha come obiettivo la rigenerazione della Darsena di Ravenna grazie a un processo di transizione digitale tramite il coinvolgimento diretto dei cittadini. Per partecipare e seguire gli eventi basta collegarsi a www.darsenaravenna.it: tutti gli appuntamenti sono in diretta streaming e chiunque potrà interagire e porre domande in tempo reale sulle pagine social del progetto DARE.

Si parte il 9 aprile con Sotto Suono – 80 metri dal mare”, a cura di Panda Project, un viaggio sonoro scaricabile dalle 15 che dal centro arriva alla Darsena passando dal vecchio sottopassaggio della stazione ferroviaria catturando i suoni che, appunto, si possono ascoltare a 80 metri di profondità. Sempre il 9 aprile, ma alle 17, è in programma il web talk “Gli archivi digitali: la sfida della memoria pubblica e privata”, a cura di FrameLab (Dbc Unibo, Campus di Ravenna): Francesca Tomasi, Stefano Allegrezza e Sguardi in Camera converseranno insieme ad Alessandro Iannucci sulle sfide e le trasformazioni dei “luoghi” deputati alla memoria, mentre si sta realizzando l’Archivio digitale della Darsena.

Ultimo appuntamento del 9 aprile il gioco di ruolo “After the Fall – Episodio #1”. Dalle 20 i partecipanti saranno immersi in un futuro distopico, in cui la civiltà come la conosciamo è caduta. La finalità del gioco è sopravvivere in una Darsena di Ravenna post apocalittica. Il gioco si svolge in due sessioni e sarà diretto e animato da Kingsley Ngadiuba e Mattia Monaco (a cura di LibrAzione, in collaborazione con il progetto #GameChangerEu partecipazione a squadre, iscrizione obbligatoria).

La seconda puntata del gioco “After the Fall”è prevista il 10 aprile alle 20; sempre il 10 aprile, alle 10.30, il programma prevede il web talk “Come disegnare la Darsena?”, a cura di ChiaLab, che si occuperà dell’approccio nuovo che serve per produrre le immagini per la narrazione della Darsena utilizzando il linguaggio dell’illustrazione. Conduce Beppe Chia insieme a Veronica Truttero, Jacopo Ghisoni e Daniele Castellano.

Il 16 e 23 aprile, alle 17.30, chi si collegherà a www.darsenaravenna.it potrà seguire la web serie in due episodi Place Making: Almagià Creative Hub”, a cura di Rete Almagià e E-Production, in collaborazione con il progetto “Sinergie – Virgilio e Dante 4.0. Nuove storie, antichi maestri”. Protagonisti dei due appuntamenti le ragazze e i ragazzi under 35 che hanno proposto idee innovative per trasformare l’Almagià in un Creative Hub. Insieme ai giovani “ideatori”, anche Sabina Ghinassi ed Edoardo Raffellini.

Un’altra web serie, dal titolo preso in prestito dal dialetto è in cartellone il 26 aprile, il 3 e 10 maggio alle 14: “A te deg me!”, a cura di Cifla, presenta il Digital Facilitation Team e il percorso di giornalismo civico nati all’interno del progetto DARE. Conducono Anna Uttaro e Valentina Asquini.

Ultimo appuntamento, in programma il 14 maggio, il web talk in due parti “Making of DarsenaRavenna.it”, a cura di Comune di Ravenna, ChiaLab, Cineca, FrameLab (Dbc Unibo, Campus di Ravenna). I due tempi della conversazione avranno come temi “Darsena Ravenna e il design” (alle 10.30) e “Darsena Ravenna e l’archivio digitale” (alle 17): ricercatori, designer e professionisti raccontano il “dietro le quinte” dei percorsi creativo, di ricerca e sviluppo tecnologico che hanno portato alla realizzazione del portale DarsenaRavenna.it. Il progetto DARE ha come partner il Comune di Ravenna (capofila), Cineca, European Crowdfunding Network, Studiomapp, Enea, Cifla, CertiMaC, ChiaLab, BiPart, Università di Bologna, Cna Ravenna, Legacoop Romagna.